'
À
Scritto da Nicolò Serafino
Ë
( 0 )

= ( 0 )

Prima giornata nazionale AVO

“A chi tocca?”. La ricerca di una risposta a questa difficile domanda spinse il professor Erminio Longhini, primario medico dell’ospedale di Sesto San Giovanni, a fondare l’AVO, associazione volontari ospedalieri, nel 1975.

Molto tempo è passato da allora. Le associazioni sono diventate circa 240 e i volontari ben 30.000, attivi in oltre 520 strutture (Ospedali, Case di Riposo, R.S.A.) su tutto il territorio nazionale.

Così si è arrivati alla Prima Giornata Nazionale AVO che si svolgerà domani con il coinvolgimento di numerosi personaggi di rilievo, delle Istituzioni locali, autorità politiche e di due testimonial d’eccezione: i campioni sportivi Fiona May ed Antonio Rossi , protagonisti anche dello spot che andrà in onda sulle principali emittenti nazionali e che potete vedere cliccando sulla colonna a destra. La campagna di comunicazione AVO è presente anche in radio, sul web e sui maggiori quotidiani e periodici italiani.

L’AVO opera negli Ospedali, Case di Riposo, RSA e hospice sulla base di apposite convenzioni stipulate con le Aziende interessate.

Il servizio svolto dai volontari – oltre 3.500.000 ore annue – risponde ai requisiti di una forte motivazione personale, una adeguata preparazione, una presenza non occasionale ma organizzata e l’assoluta gratuità delle prestazioni nel pieno rispetto del ruolo e delle competenze degli Operatori Sanitari.

L’attività dell’AVO è volta a tutti gli ammalati, a tutte le persone in condizione di fragilità fisica, morale, psicologica dovuta alla malattia, al ricovero, all’anzianità.

Non si occupa di una specifica patologia, solo di anziani o di bambini, o di malati psichiatrici: i volontari AVO vengono preparati per accostarsi a qualunque ricoverato in condizione di necessità. La formazione di base e permanente, aiuta ad affrontare le differenti situazioni che si presentano.

Proprio soffermandosi e riflettendo sui numeri e sull’importanza dell’attività svolta dai volontari, la Federavo – l’organo che raggruppa tutte associazioni AVO in Italia – ha indetto la Prima Giornata Nazionale A.V.O. L’iniziativa ha ottenuto l’adesione della Presidenza della Repubblica e i Patrocini del Ministero del Welfare, della Regione Puglia, delle Provincie, dei Comuni e delle ASL in cui è presente.

L’AVO Regionale della Puglia, ha il compito di organizzare iniziative di formazione, sviluppare progetti a livello regionale e svolgere funzioni di coordinamento delle 20 AVO presenti nella nostra regione, garantendo funzioni di raccordo con la Federavo.

L’iniziativa si svolgerà anche a Corato, dove l’Avo opera ormai da diversi anni. Domani, quindi, anche nelle strutture socio-sanitarie della nostra città in cui è presente l’Avo, saranno allestiti banchetti con materiale divulgativo e piccoli gadget offerti dai volontari.

La particolarità consiste nel fatto che non si vende nulla e non si raccolgono soldi. Le finalità della giornata sono altre: dare visibilità e far conoscere l’Associazione a più persone possibile, promuovere e accogliere nuove adesioni, attivare più sistematiche ed efficaci collaborazioni con le Istituzioni e gli altri Volontariati e rafforzare il senso d’appartenenza e rendere più consapevoli i volontari della vastità e dell’importanza del loro volontariato.

Fonte: Coratolive

Non ci sono commenti. Inseriscine uno!

©2014 - Design by G. Ferrara & N. Serafino

. NO WIDGETS YET

There are still no widgets here... To add some content here please go to the Dashboard and add some Widgets to the Bottom Sidebar. If you don't need this section just go to Mercina Options and switch off the Bottom Sidebar.